Determinazione dell'Anidride Solforosa Libera nel Sidro

CDR CiderLab strumento di analisi del sidro per il controllo di qualità del processo produttivo

Il metodo analitico sviluppato per CDR CiderLab, strumento di analisi del sidro, permette di determinare l’anidride solforosa (SO2) libera in 3 minuti con una semplice lettura fotometrica di un campione di sidro tal quale senza dover ricorrere a complesse apparecchiature come quelle previste dal metodo di riferimento OIV per separare l’analita dalla matrice.

Inoltre la stabilità dei reagenti messi a punto dai laboratori CDR è di 12 mesi: questo permette di evitare i continui controlli di taratura del metodo necessari per la titolazione iodometrica.

Strumenti di Analisi del sidro CDR CiderLab

Gli strumenti sono forniti pre-calibrato e pronto all’uso.
I risultati sono espressi in accordo al metodo di riferimento.
I Reagenti hanno durata 12 mesi.
Le metodiche sono semplici: non serve un laboratorio attrezzato o personale specializzato.

 

  CDR CiderLab Versione Touch per analisi del sidroCDR CiderLab CDR CiderLab Versione Junior per analisi del sidroCDR CiderLab JUNIOR
Analisi Sidro:

Glicerolo
Indice dei polifenoli totali (IPT)
Azoto Prontamente Assimilabile (APA)
Acidità Totale
Grado Alcolico
pH
Zuccheri fermentescibili
Anidride solforosa (SO2) totale
Anidride solforosa (SO2) libera
Acido L-Malico
Acido L-Lattico
Acido Acetico (acidità volatile)
Acetaldeide (Etanale)
 pannello di analisi configurabile
Analisi simultanee 16 3
Possibilità di eseguire più analisi sullo stesso campione si

 

Metodica

Analisi di tipo cinetica.
Tempo di analisi: singolo test 3 minuti – 60 Test/Ora.
Sono possibili sessioni di analisi con più campioni fino ad un massimo di 16.
Possibilità di calibrazione allineando il test a valori di riferimento.

Curva di Calibrazione

La curva di calibrazione dello strumento CDR CiderLab, effettuata rispetto alla metodica di riferimento.

Curva di correlazione con il metodo di riferimento per l'analisi dell'anidride solforosa libera nel vino

Kit dei Reagenti

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi. Questa è la minima confezione che consente un utilizzo dei sistemi CDR anche a coloro che hanno necessità di effettuare poche analisi, senza quindi sprecare reagenti. Sono disponibili anche confezioni da 100 test, comunque confezionati in 10 buste da 10 provette contenenti il reagente.

Codice *300345:10 test

Codice *300333 : 100 test (10 buste da 10 test)

I reagenti hanno durata 18 mesi.

Principio del Test

L’anidride solforosa (SO2) viene impiegata in enologia principalmente come conservante, ma ha anche molte altre funzioni (antisettico, antiossidante, antiossidasico, solubilizzante, combinante e chiarificante). Una parte dell’ SO2 che viene aggiunta come metabisolfito di potassio ai mosti e ai sidri, va incontro ad una serie di reazioni, per cui in breve tempo, la maggior parte di essa reagisce con alcune sostanze presenti, unendosi ad esse per formare dei composti di addizione (solforosa combinata), incapaci di esplicare le proprietà caratteristiche della molecola non legata. Quindi solo la porzione che non si combina (solforosa libera) ha importanza per la conservazione del sidro dalle alterazioni ossidative o da parte dei microrganismi. Questo test permette di determinare la frazione di SO2 libera.

SO32- + R-SS-R <—–> R-SSO3 + R-S.

La frazione libera dell’anidride solforosa viene fatta reagire con un disolfuro organico per formare un composto colorato la cui intensità, misurata a 420 nm in cinetica, è direttamente proporzionale alla concentrazione di anidride solforosa libera nel campione.

Trattamento – Volume del Campione – Range di Misura

Utilizzare sidro tal quale.

Analisi Range di misura
(mg/L SO2)
Risoluzione Ripetibilità
SO2 libera 1 – 60 mg/L 1 1,5 mg/L

Reagents developed by CDR S.r.l - Quality System Certified ISO 9001 Ed. 2015 - Certificate n. 9115

Clicca qui per maggiori informazioni su CDR CiderLab per analisi dell’Anidride Solforosa Libera: Affidabile, rapido e semplice da usare – risultati conformi ai metodi di riferimento

« back

Invia la richiesta

Con i sistemi CDR fai le analisi in autonomia

Non ci vogliono né un tecnico né le attrezzature di un laboratorio specializzato per utilizzarlo: CDR Foodlab® semplifica le procedure tradizionali di analisi, garantendo standard di accuratezza in linea con i metodi di riferimento.

Kit analitico

I sistemi di analisi CDR FoodLab® impiegano reagenti forniti già infialati in provette monouso messi a punto dai laboratori CDR per la specifica applicazione che insieme alle procedure analitiche consentono di:

  • rendere la preparazione del campione assente o molto facile e veloce
  • rendere le metodiche analitiche molto rapide e semplici
  • eliminare la necessità di procedure di calibrazione

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi.

Sono disponibili anche confezioni da 100 test composte da 10 confezioni da 10 provette.

Pochi passaggi bastano per avere già il risultato

Ti saranno sufficienti pochi passaggi per eseguire i test in modo autonomo e rapido. Il sistema comprende sia l’analizzatore a tecnologia fotometrica sia i reagenti pronti all’uso, sviluppati da CDR a bassa tossicità.

CDR Foodlab® conviene anche perché non richiede l’uso di materiali costosi, azzera i costi di manutenzione, quelli di assistenza e di calibrazione.
Scopri come lavora