Determinazione dei tannini in vino e mosto

CDR WineLab sistema di analisi del vino rapido semplice affidabile da usare in cantina senza personale esperto nelle analisi chimiche

I tannini sono polimeri fenolici relativamente voluminosi che derivano dalla reazione di polimerizzazione di monomeri fenolici. La loro reazione con le glicoproteine presenti nella saliva determina la sensazione sensoriale di astringenza. Essi sono presenti in tutte le parti solide dell’uva (bucce, semi e raspi), affluiscono nel mosto durante la fase di macerazione e si ritrovano nel vino.

Il metodo CDR WineLab® ha lo scopo di monitorare la concentrazione dei tannini nel vino al fine di tenere sotto controllo l’evoluzione di questi sia durante la fermentazione alcolica che durante la fase di microssigenazione.

Il metodo di riferimento usato per il confronto (Ribérau-Gayon e Stonestreet 1966) si basa sull’idrolisi di questi composti in ambiente acido (reazione di Bate-Smith) che libera carbocationi altamente instabili che precipitano sotto forma di polimeri di colore bruno. Il metodo di riferimento è molto complesso e prevede che il campione rimanga a bagnomaria a 100°C durante la reazione. Il tempo di reazione è 30 minuti.

L’ottimizzazione del metodo CDR riduce il tempo di reazione a soli 5 minuti con l’utilizzo di un microonde

Quindi il metodo CDR WineLab®  ottimizza il metodo di riferimento perché riduce il tempo di analisi ed è molto semplice da eseguire direttamente in cantina.

Inoltre il metodo CDR WineLab® ottimizza la metodica di riferimento per la ripetibilità: la deviazione standard passa da 0,13 g/L con il metodo di riferimento a 0,07 g/L con il metodo CDR. 

La determinazione dei tannini è parte di un ampio pannello di analisi sviluppato dai laboratori CDR, implementato su CDR WineLab®, che permette all’enologo un controllo puntuale e accurato sia della fase di estrazione polifenolica nei vini rossi (macerazione), che della successiva fase di stabilizzazione polifenolica (e quindi del colore) che avviene con il processo di microssigenazione.

Per saperne di più leggi “Controllare la Macerazione e Microssigenazione nel processo di vinificazione“.

Strumenti di Analisi del vino e del mosto CDR WineLab®

Gli strumenti sono forniti pre-calibrato e pronto all’uso.
I risultati sono espressi in accordo al metodo di riferimento.
I Reagenti hanno durata fino a 12 mesi.
Le metodiche sono semplici: non serve un laboratorio attrezzato o personale specializzato.

 

  CDR WineLab per analisi del vino CDR WINELAB® CDR WineLab Versione Junior per analisi del vinoCDR WINELAB® JUNIOR
Analisi Vino e Mosto:

Acido Acetico (acidità volatile)
Acidità Totale
Zuccheri fermentescibili
Acido L-Malico
Acido L-Lattico
Grado Alcolico
Anidride solforosa (SO2) libera
Anidride solforosa (SO2) totale
Azoto Prontamente Assimilabile (APA)
Acido Gluconico
pH
Glicerolo
Colore (tonalità ed intensità)
Antociani Totali
Acetaldeide (Etanale)
Catechine
Antociani su Uva
Rame
Indice dei polifenoli totali (IPT)
Polifenoli Totali (Folin Ciocalteu)
Antociani Polimerizzati
Indice di HCl
Tannini

 

 pannello di analisi configurabile
Analisi simultanee 16 3
Possibilità di eseguire più analisi sullo stesso campione si

 

Metodica

Analisi di tipo End Point.
Tempo di analisi:  5 minuti.
Sono possibili sessioni di analisi con più campioni fino ad un massimo di 16.
Possibilità di calibrazione allineando il test a valori di riferimento.

Curva di Correlazione

La curva di correlazione della determinazione dei tannini nel vino e nel mosto con CDR WineLab®, effettuata rispetto alla metodica di riferimento Ribérau-Gayon e Stonestreet 1966.

Curva di correlazione Tannini CDR WineLab metodo di riferimento Ribérau-Gayon e Stonestreet 1966

 

Kit dei Reagenti

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi. Questa è la minima confezione che consente un utilizzo dei sistemi CDR anche a coloro che hanno necessità di effettuare poche analisi, senza quindi sprecare reagenti. Sono disponibili anche confezioni da 100 test, comunque confezionati in 10 buste da 10 provette contenenti il reagente.

Codice *301015: 10 test.

Codice *301010: 100 test (10 buste da 10 test)

I reagenti hanno durata fino a 6 mesi.

Principio del Test

Il metodo sviluppato da CDR per la determinazione dei tannini si rivolge esclusivamente alla categoria dei tannini condensati. Normalmente, la concentrazione di tannini condensati varia da circa 1 a 4 g/L .

Il metodo CDR WineLab® si basa sull’idrolisi dei tannini in ambiente acido (reazione di Bate-Smith) che libera carbocationi altamente instabili che precipitano sotto forma di polimeri di colore bruno se esposti ad alte temperature. Per questo motivo il metodo CDR WineLab® prevede l’utilizzo del microonde per scaldare le provette all’interno delle quali avviene la reazione di idrolisi dei tannini.

La lettura del precipitato a 520 nm effettuata con lo strumento CDR WineLab® è direttamente proporzionale alla concentrazione di tannini nel campione, che lo strumento restituisce alla fine dell’analisi in g/L.

Trattamento del Campione 

Vino: Utilizzare il vino tal quale previa centrifugazione.
Mosto: Utilizzare il mosto tal quale previa centrifugazione e degassamento.

Range di Misura

Analisi Range di misura Risoluzione Ripetibilità
Tannini 0,3 – 5,5 0,1 g/L 0,1 g/L

Reagents developed by CDR S.r.l - Quality System Certified ISO 9001 Ed. 2015 - Certificate n. 9115

Clicca qui per maggiori informazioni su CDR WineLab® per analisi su vino e mosto: Affidabile, rapido e semplice da usare – risultati conformi ai metodi di riferimento

« back

Invia la richiesta

Con i sistemi CDR fai le analisi in autonomia

Non ci vogliono né un tecnico né le attrezzature di un laboratorio specializzato per utilizzarlo: CDR Foodlab® semplifica le procedure tradizionali di analisi, garantendo standard di accuratezza in linea con i metodi di riferimento.

Kit analitico

I sistemi di analisi CDR FoodLab® impiegano reagenti forniti già infialati in provette monouso messi a punto dai laboratori CDR per la specifica applicazione che insieme alle procedure analitiche consentono di:

  • rendere la preparazione del campione assente o molto facile e veloce
  • rendere le metodiche analitiche molto rapide e semplici
  • eliminare la necessità di procedure di calibrazione

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi.

Sono disponibili anche confezioni da 100 test composte da 10 confezioni da 10 provette.

Pochi passaggi bastano per avere già il risultato

Ti saranno sufficienti pochi passaggi per eseguire i test in modo autonomo e rapido. Il sistema comprende sia l’analizzatore a tecnologia fotometrica sia i reagenti pronti all’uso, sviluppati da CDR a bassa tossicità.

CDR Foodlab® conviene anche perché non richiede l’uso di materiali costosi, azzera i costi di manutenzione, quelli di assistenza e di calibrazione.
Scopri come lavora