Analisi della Stabilità Ossidativa dell'olio di frittura

Le analisi chimiche per ilcontrollo del degrado dell'olio di frittura e la valutazione della shelf-life di snack e alimenti fritti semplici veloci affidabilie con CDRFoodLab

Studio sulla stabilità ossidativa dell'olio di frittura con CDR FoldLab, Università di AmburgoIl sistema di analisi su oli e grassi CDR FoodLab è stato impiegato nello studio “Analisi della Stabilità Ossidativa dell’olio di frittura” condotto da Katharina D. Placke, Jan Fritsche (Hochschule für Angewandte Wissenschaften Department Ökotrophologie Hamburg) and Kim K. Kleeberg (Dr. Kim Kleeberg Umweltanalytik Hamburg) dell’Università di Amburgo e presentato alla sesta edizione del Congresso Euro Fed Lipid dal titolo “Oils, Fats and Lipids in the 3rd Millennium: Challenges, Achievements and Perspectives” che si è tenuto ad Atene nel 2008.

Lo studio affronta la comparazione della stabilità ossidativa dell’olio di semi di girasole convenzionale e di quello ad alto contenuto di acido oleico (alto oleico). Nell’ambito della ricerca sono stati valutati diversi parametri chimici relativi al comportamento dei due oli durante il processo di frittura, tra questi parametri è stata analizzata la variazione del contenuto di p-anisidina impiegando il sistema CDR FoodLab per analisi dell’olio di frittura e alimenti fritti. Infatti CDR FoodLab è in grado di determinare il contenuto di p-anisidina in un olio o in un grasso in soli 2 minuti senza l’impiego di reagenti tossici.

Scarica il poster realizzato dall’Università di Amburgo: “Analyses of the oxidative stability of deep-frying oils

Clicca qui e scopri CDR FoodLab: Test in modo facile, rapido, affidabile
Si può usare sulla linea di produzione

Analisi della Stabilità Ossidativa dell’olio di frittura was last modified: novembre 24th, 2016 by CDR s.r.l.