Confronto sistema CDR Foodlab e ngd-iso su matrice oleosa

CDR FoodLab il sistema di analisi di oli e grassi per il 

controdi qualità e il controllo di processo in laboratorio e sulla linea di produzione

icona_validazioni_small_30Il laboratorio accreditato Neotron  ha condotto uno studio allo scopo di confrontare le prestazioni dello metodo CDR FoodLab con le metodiche NGD e ISO relative alla determinazione dei saponi e del numero di perossidi e acidità su matrice oleosa.

Le metodiche di riferimento sono:

  • NGD C8 – 1976 per la determinazione dei saponi
  • ISO 660 per la determinazione dell’acidità
  • ISO 3960 per la determinazione del numero di perossidi

Il metodo CDR FoodLab per la determinazione di acidità, perossidi e saponi in oli e grassi è impiegato oltre che nel sistema CDR FoodLab Touch e Junior anche in CDR OxiTester, CDR FoodLab Touch, CDR PalmoilTester e CDR WineLab®.

prestazioni del metodo FoodLab per le analisi di perossidi, acidità, saponi
Neotron ha espresso le seguenti conclusioni, in riferimento al sistema CDR FoodLab, valide per il metodo CDR FoodLab e che possono essere assunte anche per CDR FoodLab Touch, la nuova versione di FoodLab:

ll sistema CdR Foodlab si presenta di facile utilizzo. I test condotti relativamente alle determinazioni di numero di perossidi, acidità e saponi hanno evidenziato un’ottima linearità fotometrica dello strumento ed i risultati ottenuti sono paragonabili con quelli delle analisi effettuate in parallelo con i metodi ISO, per perossidi e acidità, e metodo NGD, per i saponi. I metodi ISO per la determinazione del numero di perossidi e dell’acidità risultano sovrapponibili ai criteri analitici stabiliti per gli stessi parametri dal Regolamento CEE n.2568/91 e successive modifiche.

Scarica il documento realizzato dal laboratorio Neotron “Confronto Strumento CDR FoodLab e NGD“.

Clicca e Scopri le Caratteristiche Tecniche del Sistema di Analisi CDR FoodLab

« back

Invia la richiesta

Con i sistemi CDR fai le analisi in autonomia

Non ci vogliono né un tecnico né le attrezzature di un laboratorio specializzato per utilizzarlo: CDR Foodlab semplifica le procedure tradizionali di analisi, garantendo standard di accuratezza in linea con i metodi di riferimento.

Kit analitico

I sistemi di analisi CDR FoodLab impiegano reagenti forniti già infialati in provette monouso messi a punto dai laboratori CDR per la specifica applicazione che insieme alle procedure analitiche consentono di:

  • rendere la preparazione del campione assente o molto facile e veloce
  • rendere le metodiche analitiche molto rapide e semplici
  • eliminare la necessità di procedure di calibrazione

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi.

Sono disponibili anche confezioni da 100 test composte da 10 confezioni da 10 provette.

Pochi passaggi bastano per avere già il risultato

Ti saranno sufficienti pochi passaggi per eseguire i test in modo autonomo e rapido. Il sistema comprende sia l’analizzatore a tecnologia fotometrica sia i reagenti pronti all’uso, sviluppati da CDR a bassa tossicità.

CDR Foodlab conviene anche perché non richiede l’uso di materiali costosi, azzera i costi di manutenzione, quelli di assistenza e di calibrazione.
Scopri come lavora