Metodo rapido per il trattamento termico del latte: valutazione

aboratorio Centrale di PARMALAT S.P.A. ha realizzato uno studio in cui viene valutata l'affidabilità e l'applicabilità del test della ε-fruttosil-lisina effettuato con il metodo CDR FoodLab, presentato al Congrilait 2002 di Parigi, che fornisce in maniera rapida le stesse informazioni della furosina

L’obiettivo primario dell’industria è la qualità dell’alimento che, per essere costantemente garantita e migliorata, richiede la valutazione della sicurezza igienico-sanitaria (sicurezza microbiologica, assenza di microinquinanti ambientali, ecc.), della naturalità (assenza di sofisticazioni) e del valore nutrizionale.

In particolare, per valutare l’aggiunta di latte in polvere a latte crudo o pastorizzato o gli effetti dei trattamenti termici applicati, vengono utilizzati diversi indici analitici quali la furosina e il lattulosio.

Poiché i metodi per la determinazione di questi parametri sono onerosi si è posta l’attenzione verso lo sviluppo di metodi rapidi, utilizzabili in produzione e in laboratori non attrezzati, correlabili a quelli classici, presi come riferimento.

trattamento-termico-latte

In questa ottica il Laboratorio Centrale di PARMALAT S.P.A. ha realizzato uno studio in cui viene valutata l’affidabilità e l’applicabilità del test della ε-fruttosil-lisina effettuato con il metodo CDR FoodLab®, presentato al Congrilait 2002 di Parigi, che fornisce in maniera rapida le stesse informazioni della furosina.

Il metodo CDR FoodLab® è riferito al sistema di analisi CDR FoodLab® ed al sistema di analisi CDR FoodLab® Touch, la nuova versione di CDR FoodLab®.

Lo studio è giunto alle seguenti conclusioniIl test della fruttosil-lisina proposto dai laboratori CDR permette, come la furosina, la discriminazione tra i diversi tipi di trattamento termico …

Lo studio condotto nel Laboratorio Centrale PARMALAT S.P.A sulla valutazione del trattamento termico del latte con il metodo rapido CDR FoodLab® è stato descritto nel poster presente al convegno CISET 2003

Clicca e Scopri le Caratteristiche Tecniche del Sistema di Analisi CDR FoodLab ®

Richiedi un preventivo gratuito!
Con i sistemi CDR fai le analisi in autonomia

Non ci vogliono né un tecnico né le attrezzature di un laboratorio specializzato per utilizzarlo: CDR Foodlab® semplifica le procedure tradizionali di analisi, garantendo standard di accuratezza in linea con i metodi di riferimento.

Kit analitico

I sistemi di analisi CDR FoodLab® impiegano reagenti forniti già infialati in provette monouso messi a punto dai laboratori CDR per la specifica applicazione che insieme alle procedure analitiche consentono di:

  • rendere la preparazione del campione assente o molto facile e veloce
  • rendere le metodiche analitiche molto rapide e semplici
  • eliminare la necessità di procedure di calibrazione

I reagenti sono confezionati in buste di alluminio contenenti 10 provette utili per eseguire 10 analisi.

Sono disponibili anche confezioni da 100 test composte da 10 confezioni da 10 provette.

Pochi passaggi bastano per avere già il risultato

Ti saranno sufficienti pochi passaggi per eseguire i test in modo autonomo e rapido. Il sistema comprende sia l’analizzatore a tecnologia fotometrica sia i reagenti pronti all’uso, sviluppati da CDR a bassa tossicità.

CDR Foodlab® conviene anche perché non richiede l’uso di materiali costosi, azzera i costi di manutenzione, quelli di assistenza e di calibrazione.
Scopri come lavora