Come analizzare l'anidride solforosa nel vino

Analisi chimiche del vino semplici e affidabili in cantina con CDR WineLab

L’analisi nelle cantine

Le cantine eseguono l’analisi dell’anidride solforosa nel vino in diversi momenti della vinificazione, soprattutto durante la fase dell’imbottigliamento. Può quindi essere molto utile avere dei risultati disponibili su questo parametro subito ed in diversi momenti del processo di vinificazione.

Un metodo di analisi semplice che permetta di effettuare correzioni in tempo reale senza dover attendere l’arrivo dei risultati dal laboratorio è quindi molto importante. CDR WineLab® sfrutta un metodo di analisi di questo tipo. CDR WineLab® è il sistema di analisi per vino e mosto che mette le cantine nelle condizioni di monitorare i valori dell’anidride solforosa in modo immediato ed autonomo.

L’analisi con il sistema

Il sistema dà infatti la possibilità di determinare la concentrazione di anidride solforosa totale ed anidride solforosa libera nel vino in modo rapido e semplice: si aggiunge il campione di vino tal quale in una provetta già pronta con il reagente, si inserisce la provetta in un’ apposita cella sullo strumento e si avvia la lettura. Il risultato viene fornito in un minuto. In questo modo si evita l’esecuzione della titolazione, il metodo di analisi tradizionale di riferimento per il parametro chimico dell’anidride solforosa e per la quale è necessario un laboratorio attrezzato, personale specializzato e molto tempo a disposizione. Oltre ad essere molto più laboriosa, la titolazione può risentire anche di varie interferenze come per esempio il colore del vino e la presenza di acido ascorbico, cosa che invece non succede con CDR WineLab®.

I vantaggi

Grazie alla correlazione con i metodi di riferimento, i risultati delle analisi con CDR WineLab® sono affidabili e garantiti. Il metodo di analisi CDR WineLab® dà inoltre la possibilità di avere reattivi sempre freschi in quanto utilizza delle pratiche provette pre-infialate monodose, permettendo quindi di evitare la preparazione di soluzioni o reagenti che, se non vengono consumati, subiscono deterioramento e richiedono uno smaltimento.

Con CDR WineLab® è possibile ottenere un dato analitico affidabile in tempo reale, direttamente in cantina, senza ricorrere a laboratori esterni. E’ quindi possibile intervenire subito senza dovere aspettare i risultati dal laboratorio e correggere o dosare le quantità di un additivo ampiamente usato in enologia come l’anidride solforosa.

Clicca e scopri le analisi che puoi fare in cantina con
CDR WineLab®: metodiche semplici e risultati affidabili subito

Analisi Vino: Come analizzare l’anidride solforosa in cantina autonomamente was last modified: giugno 30th, 2017 by CDR s.r.l.